Considerazioni sull'integrazione dei controllori degli apparati - Metasys - LIT-12011832 - General System Information - Metasys System - 10.1

Guida di configurazione del sistema Metasys

Brand
Metasys
Product name
Metasys System
Document type
Configuration Guide
Document number
LIT-12011832
Version
10.1
Revision date
2019-10-14
Language
Italiano

I controllori degli apparati CGM, CVM, FAC e VMA1930 sono dotati di un orologio integrato in tempo reale che consente a questi dispositivi di monitorare e controllare pianificazioni, calendari, allarmi e trend. Durante una sessione di messa in servizio autonoma con l'uso del CCT, la strategia di impostazione di trend, allarmi ed eventi del controllore locale degli apparati dovrebbe concentrarsi sulle esigenze. L'integrazione dei trend, degli allarmi e degli eventi di un controllore di apparati è regolata dalle linee guida del controllore di rete per l'integrazione di trend e allarmi/eventi.

La soglia limite consigliata per i campioni di trend per un controllore di rete è di 1.500 campioni all'ora. Il numero totale di campioni di trend inviati da tutti i controllori di apparati integrati con un controllore di rete non dovrebbe superare questo limite durante la configurazione dei trend per i controllori di apparati locali.

La soglia limite consigliata per i campioni di allarme e di eventi per un controllore di rete è di 100 eventi all'ora. Gli allarmi che sono impostati in un controllore di apparati per l'uso come estensioni BACnet Alarm nel controllore di rete dovrebbero essere limitati solo ai punti che normalmente sono creati come estensioni nei controllori di rete. Per coerenza, l'uso di estensioni BACnet Alarm al posto delle estensioni Metasys Alarm dovrebbe essere considerato anche quando si decide se gli allarmi BACnet del controllore dell'apparato debbano essere abilitati in rete.

Negli esempi che seguono, mostriamo limiti accettabili con le seguenti impostazioni:
  • 5 controllori di apparati (CGM, CVM, FAC o VMA1930) con 6 allarmi all'ora più 1 controllore di rete con 30 allarmi all'ora (Tabella 1)
  • 5 controllori di apparati (CGM, CVM, FAC o VMA1930) con 200 campioni di trend all'ora più 1 controllore di rete con 500 campioni di trend all'ora (Tabella 2)
  • 5 controllori di apparati (CGM, CVM, FAC o VMA1930) con 10 COV al minuto più 35 FEC con 10 COV al minuto (Tabella 3)
Tabella 1. Esempio 1
Configurazione Allarmi all'ora
5 controllori di apparati con 6 allarmi/ora ciascuno 30 allarmi all'ora
1 controllore di rete 30 allarmi all'ora
Totale 60 allarmi all'ora
Tabella 2. Esempio 2
Configurazione Campioni di trend all'ora
5 controllori di apparati con 200 campioni di trend all'ora ciascuno 1.000 campioni di trend all'ora
1 controllore di rete 500 campioni di trend all'ora
Totale 1.500 campioni di trend all'ora
Tabella 3. Esempio 3
Configurazione COV al minuto
5 CGM, CVM, FAC o VMA1930 con 10 COV/minuto 50 COV al minuto
35 FEC con 10 COV/minuto 350 COV al minuto
Totale 400 COV al minuto

Per le creazioni di trend nel CGM, CVM, FAC e VMA1930, l'uso di intervalli di campionamento più rapidi dei punti chiave fornisce un'interfaccia di risoluzione dei problemi più intuitiva in una sessione di messa in servizio del CCT tramite il visualizzatore di trend del CCT. Impostare i trend per l'uso locale nel CCT non significa che gli stessi punti e intervalli di campionamento debbano essere utilizzati nell'integrazione del controllore di rete. I trend creati in un controllore di apparati non devono essere scoperti e utilizzati dai controllori di rete; si possono comunque aggiungere estensioni di trend separate al controllore di rete per tutti i punti che hanno creato trend basati su controllori di apparati.