Preparazione di un SNE per una rete che supporta DHCP e DNS - Metasys - LIT-12013352 - M4-SNE10500-0 - M4-SNE10501-0 - M4-SNE11000-0 - M4-SNE11001-0 - M4-SNE110L0-0 - M4-SNE110L1-0 - M4-SNE22000-0 - M4-SNE22001-0 - Supervisory Device - SNE10 Network Engine - SNE11 Network Engine - SNE22 Network Engine - SNE Supervisory Network Engine - 12.0

Guida al commissioning degli SNE

Product name
SNE10 Network Engine
SNE11 Network Engine
SNE22 Network Engine
SNE Supervisory Network Engine
Document type
Commissioning Guide
Document number
LIT-12013352
Version
12.0
Revision date
2023-05-16
Product status
Active

Lo scenario seguente è tipico quando si installa un SNE nella rete esistente di un edificio. Il computer deve essere collegato alla rete. Il computer deve essere un DHCP client o configurato per utilizzare un indirizzo IP statico idoneo alla rete.

Nota: Si raccomanda di configurare una prenotazione DHCP per l'SNE per assicurarsi che riceva sempre lo stesso indirizzo IP alla scadenza della concessione. Questa pratica impedisce l'interruzione dei collegamenti di indirizzo tra l'unità SNE e altri dispositivi.
  1. Verificare che l'amministratore di rete abbia aggiornato il server DNS e il server DHCP con l'indirizzo MAC Ethernet e il nome host dell'SNE.
  2. Aprire SCT Pro con il computer o il laptop per il commissioning collegato alla rete dell'edificio. Questo tool ascolta e mostra le informazioni sull'indirizzo IP del controllore SNE non appena questo passa allo stato online.
  3. Collegare l'unità SNE alla rete con un cavo patch Ethernet.
  4. Collegare una fonte di alimentazione a 24 Vca al controllore SNE. Attendere quindi che l'SNE completi la sequenza di avvio e inizializzazione. SCT Pro indica l'indirizzo IP corrente del controllore di rete.
    Nota: La sequenza di avvio e inizializzazione può richiedere fino a 10 minuti. Se il server DHCP non è online quando si accende l'SNE (o se il cavo Ethernet dell'SNE viene scollegato e ricollegato senza un server DHCP online), il controllore SNE assume un indirizzo IP univoco compreso tra 169.254.0.1 e 169.254.255.254 e una maschera di sottorete di 255.255.0.0. Questa è una funzionalità APIPA (Automatic Private Internet Protocol Addressing) che viene applicata quando DHCP è abilitato nel controllore SNE (impostazione predefinita di fabbrica).
  5. Vai a Installazione del Launcher per l'accesso a un SNE, seguire tutte le istruzioni e ritornare all'operazione successiva di questa sezione.
  6. Dopo aver completato i passaggi in Installazione del Launcher per l'accesso a un SNEincluso il passaggio del login all'SNE, selezionare l'oggetto del dispositivo SNE nel pannello di navigazione e trascinarlo nel pannello di visualizzazione dell'interfaccia utente Site Management Portal. Nel pannello di visualizzazione compare la scheda Focus per l'unità SNE selezionata.
    Figura 1. Scheda Focus del controllore SNE - Caratteristiche di base
  7. Passare alla scheda Rete e verificare i valori degli attributi Nome Computer e Nome Dominio. Modificare questi valori con quelli assegnati per il sito della rete. Verificare anche l'attributo Consenti http. Se al controllore non vengono inviati certificati attendibili, la comunicazione fra il controllore e i suoi client avviene tramite la porta 80. Se occorre chiudere la porta di comunicazione http in ingresso del controllore di rete (porta 80), selezionare Falso per Consenti Http. Diversamente, mantenere questo attributo al valore predefinito (Vero).
    Figura 2. Scheda Rete di un SNE - modalità Modifica
    Nota: La modifica dell'attributo Nome Computer forza un reset del dispositivo sul controllore SNE. (Vedere Nome Computer e Comando di reset del dispositivo).
  8. Passare alla scheda Dettagli e controllare il nome oggetto del controllore SNE. Modificare il nome dell'oggetto nell'etichetta descrittiva utilizzata per identificare l'SNE nell'interfaccia utente Site Management Portal e in SCT.
Figura 3. Scheda Focus del controllore SNE - modalità Modifica avanzata

A seconda della configurazione del server DNS, l'SNE dovrebbe essere raggiungibile dalla sottorete in cui risiede o da altre sottoreti.